PROGETTIAMO INSIEME

Analizzare un disagio, indagarne le cause, individuare coerentemente obiettivi generali e specifici, declinare risultati attesi, programmare attività, indicatori, criteri di valutazione e di monitoraggio, identificare supervisori, operatori, destinatari finali e intermedi, così come rispettare i vincoli legati alle procedure di presentazione, al budget, ai tempi, alle voci di spesa, al lavoro di partenariato, ecc. ecc., è un’esperienza che impegna ben oltre la compilazione del “formulario di presentazione del progetto”. Il lavoro progettuale insomma, sin dalle prime fasi, è il prodotto di un processo complesso che richiede il più ampio consenso e la  più elevata partecipazione di persone, enti e realtà del territorio.

E allora da sforzo pragmatico o intellettivo, per quanto innovativo, la progettazione diventa confronto tra “persone” che entrano in gioco effettivamente,  con le relative caratteristiche di personalità, gli annessi problemi di comunicazione, le visioni diverse dello stesso problema e i relativi conflitti di ruoli e di competenze. Per di più progettare comporta l’adozione di un modello di pensiero coerente e funzionale, e l’utilizzazione di una metodologia che aiuti ad ordinare intuizioni, bisogni, aspirazioni, volontà, limiti e necessità.

Hai un’idea progettuale? Ti va di condividerla? Possiamo discuterne insieme. Compila la scheda riportata di seguito e inviala.

_______________________________________________________

SCHEDA MENTALITÀ PROGETTO
Questa scheda fornisce le voci essenziali da tener presente per la progettazione di un servizio, un’iniziativa, un’attività, in ambito sociale.
Se vuoi proporre un progetto alla rete dei partner, compila la scheda sottostante, riempiendo tutti i campi, ed inviala a caosagenda, premendo infine il tasto submit (invio).